A+ A A-
Abbinamento vino e tartufo Abbinamento vino e tartufo Foto scattidigusto.it

Abbinamento vino e tartufo

Tartufo e Vino, che abbinamenti!
L'argomento del corretto abbinamento tra tartufo e vino è un po' controverso e non subito immediato.
Le varie scuole di pensiero includono sia la possibilità di qualche vino bianco, che dell'abbinamento ancor più spinto con vino rosso. A partire da un ottimo piatto di pasta fino ad arrivare a sfogliarlo su uova in camicia, oppure unito a carne o pesce, in tanti consigliano vino rosso morbido, rotondo, con affinatura in barrique, con un ottimo grado di maturazione.

Sicuramente, vanno evitati i vini con alta acidità o tannici.
Qualche francese di grido, consiglierebbe vini di Bordeaux, Pomerol, Saint Emilion, affinati almeno 10 anni in bottiglia; come dire che a grande cibo, grande vino.
Parlando invece di vini italiani l'abbinamento con meraviglie d'autore della nostra terra vanno dal Sagrantino di Montefalco, al Montepulciano d'Abruzzo, o al Rosso Piceno, al Dolcetto delle Langhe, al Nebbiolo, a buoni bianchi profumati e di grande eleganza come il Muller Thurgau, il Friulano (ex Tocai), il Verdicchio dei Castelli di Jesi, il Riesling, ecc.

Il cibo che abbiniamo fa la differenza, in quanto qualche grande maestro dice "profumo cerca profumo" e sarà quindi fondamentale comprendere la complessità dell'abbinamento del tartufo con il cibo per poi abbinarne il piacere di vino e goderne dell'unione che sprigiona la dolce vita.

Una nota fondamentale:
il tartufo bianco, è un prodotto che impegna economicamente; abbina serenamente la tua bottiglia di vino immaginandola di alto profilo, tanto da permettere un accoppiamento che ne esalti il piacere da ogni punto di vista.

Per fare un buon abbinamento, prima di tutto devi sapere con quale tartufo hai a che fare: bianco o nero, estivo o invernale.
Il tartufo nero estivo potrebbe essere abbinato ad un vino bianco profumato, con buona sapidità e buona acidità; mentre il mito dei tartufi, quello bianco d'Alba per intenderci, richiede importanti abbinamenti con una più elevata complessità.

L'aroma del tartufo è immediato, delicato e penetrante. Tra i suoi sentori, di terra umida del bosco, al sottobosco, alla nocciola, quella che più delle altre colpisce la memoria e il naso, è la nota gassosa che lo caratterizza.

Cari amici, abbinare un buon vino ad un meraviglioso tartufo, è come ascoltare la sinfonia di un concerto ben suonato, dove ogni strumento ben accordato suona le note più profonde che colpiscono il cuore e rilassano la mente. Semplicemente meraviglioso.

Amici di Made in Vino, per chi compra vino e per chi regala vino, per chi adotta il nuovo modo di bere vino e per chi ama il vino, un grandissimo Cin-Cin e Alla Salute :0)

 

Vota questo articolo
(4 Voti)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Newsletters

Guida alla degustazione del vino

Iscriviti alla newsletter per ricevere in regalo "La bibbia del sommelier"

The World of

Ultimi vini degustati

Search

Sign In or Create Account